Benessere e salute

torna all'elenco

Italiani prima in Europa per consumo di acqua minerale

Primato europeo per l’Italia di consumi di acqua in bottiglia, un giro d’affari pari a 2,25 miliardi di euro.

L’Italia è il paese europeo con le tariffe per il servizio idrico più basse (85 centesimi al giorno per famiglia) ma anche quello con il più elevato consumo (234 euro l’anno a famiglia) pro-capite di acqua in bottiglia, siamo i secondi al mondo, dopo il Messico.

Oggi la spesa per acqua e vino rappresenta ben il 55% della spesa in bevande, che è pari a 43,40 euro al mese per famiglia. La spesa media delle famiglie per l’acquisto di acqua minerale, varia lungo la penisola, da 12,22 euro nel nord-ovest, 11,38 nel nord-est, 12,38 euro nel centro Italia, 11,53 euro nel mezzogiorno e 12,43 euro nelle isole.

Con 192 litri il nostro paese rimane il primo in Europa per consumi pro-capite di acque minerali.

Quali sono le ragioni dell’uso dell’acqua minerale?
Il 31,2% della popolazione non si fida dell’acqua che esce dal rubinetto della propria abitazione, una percentuale che sale nettamente al Sud (fino al 60,4% in Sicilia), ma che aumenta ovunque nel caso di allarmi connessi alla potabilità: si pensi ai casi di acqua contenente arsenico.